E ‘difficile immaginare dove sarebbe la cucina italiana senza Grana Padano. Lo grattugiamo fresco sopra la pasta tutti i giorni della settimana, lo usiamo come ingrediente per molte ricette e, a volte amiamo mangiarlo in pezzi come spuntino. In poche parole, non possiamo farne a meno!

Grana-Padano-Blog-ItalcaseusLa storia ci dice che questo famoso formaggio ha la sua origine nella pianura padana quasi 900 anni fa. Nel 1135 i monaci dell’Abbazia di Chiaravalle lo chiamano Caseus vetus – o formaggio vecchio. La gente del posto, che non parlavano latino, lo ho poi chiamato il formaggio grana, che divenne noto semplicemente come grana.

Il nome del formaggio venne formalizzato nell’estate del 1951 in cui sono stati riconosciuti sia il Grana-Lodigiano (che divenne Grana Padano) sia il Parmigiano Reggiano. Nel 1954 sono state stabilite alcune norme in materia di tutela della denominazione dei formaggi.

Nel 1996 il Grana Padano ha ottenuto la Denominazione di Origine Protetta (DOP) il riconoscimento da parte dell’UE, con le regole precise di provenienza e il metodo, che portano alla garanzia di un prodotto di qualità. Solo il Grana Padano fatto con queste regole può portare il logo a forma di diamante che garantisce sia la qualità e l’origine.

Add Comment

Comment
Name
E-mail
Website